Moreware presenta i 9 articoli più letti dell’anno

Moreware 9 articoli

Condividiamo con voi le statistiche sugli articoli del blog Moreware per l’anno 2020, mostrando gli argomenti preferiti dai nostri lettori.

Siamo all’inizio del nuovo anno, e come norma vogliamo valutare con voi le preferenze che avete accordato ai nostri articoli. Pubblicheremo di seguito la lista degli articoli più letti del 2020, cercando di valutarne le ragioni, per meglio interpretare anche l’anno che ci aspetta.

Partiamo subito!

1 – Windows 10 finalmente funzionante su Raspberry Pi 4

windows 10 raspberry pi 4

Appare evidente che il sistema operativo di Redmond risulti ancora tra le scelte preferite dall’utente medio. Di qui la necessità di configurarne e adattarne una versione per il nostro Raspberry PI. L’intero progetto viene aggiornato giorno per giorno su di un canale di Discord dedicato, e vediamo nuove versioni settimanali che correggono bachi e issues relativi alle schede di rete, all’audio, alla gestione USB e così via. Anche se non perfettamente, dobbiamo ammettere che il progetto funziona, e disponendo di un PI con una sufficiente dotazione di RAM si riesce a far girare WIndows 10 e lavorarci “quasi” in sicurezza.

2 – Come costruire un termometro a infrarossi

Moreware Articoli

Questo articolo a metà tra il tecnico e il didattico, spiega il principio di funzionamento del termometro ad infrarossi, ed analizza in che modo produrne uno come maker.

Il numero delle visite risente ovviamente dell’atmosfera da pandemia che ha circondato il 2020, e crediamo di aver offerto un valido aiuto a chiunque fosse interessato ad approfondire l’argomento. Di certo l’articolo rimane ad imperitura memoria dei fatti che hanno caratterizzato questo periodo.

3 – Arduino e Alexa – Ecco Il matrimonio tech del secoloArduino Alexa interaction

Siamo in pieno sviluppo dei microcontrollori programmabili, in un periodo in cui la Domotica ha avuto una crescita notevole.

Non poteva mancare un articolo che ci consente di interconnettere due tra gli elementi tecnologici più ricercati: Arduino ed Alexa. Grazie alle API di Amazon ed alla possibilità di gestire l’IoT attraverso il cloud, spieghiamo in che modo potremo estendere le già ricche funzionalità di Alexa attraverso il collegamento a numerosi sensori ed attuatori pilotati da Arduino, magari attraveso una app sul nostro smartphone.

4 – Stampante 3D da remoto! Semplicissimo con RaspberryPi

Multitool 3D Printer
Photo by ZMorph Multitool 3D Printer on Unsplash

In quest’anno dedicato alla clausura, in molti si sono improvvisati maker.

La stampa 3D è diventata un’attività alla portata di (quasi) tutte le tasche, una panacea ed un nuovo fattore di investimento per artigiani e piccoli imprenditori desiderosi di dare una brusca sterzata alla stagnante situazione economica. In questo articolo mostriamo in che modo pilotare e tenere sotto controllo il funzionamento della nostra stampante 3D attraverso un computer remoto o una app specializzata.

5 – FTP server – Configurazione per un Raspberry PI

Raspberry PI FTP serverSiamo in un periodo di trasnsizione verso il cloud. Ma il cloud non è altro che una serie di servizi su server “virtuali” messo a disposizione da qualcuno,

Ecco quindi che la possibilità di gestire il nostro Raspberry PI come fosse un server FTP plug and play da qualche parte sulla Rete diventa anch’esso un modo nuovo per accedere alle proprie informazioni senza dover necessariamente creare e configurare un server ad hoc, complesso e costoso.

6 – Jetson Nano vs Raspberry PI 4 – CPU comparisons

Jetson Nano vs Raspberry PI

Il sesto articolo più letto del nostro blog tecnico è un articolo scritto in lingua inglese, segno che l’interesse per gli argomenti che trattiamo valica i confini nazionali.

Moreware ha quasi il 10% degli articoli scritti in lingua inglese, ed oltre al lavoro di traduzione interna accetta costantemente guest posters che approfondiscono concetti interessanti estendendoli ad un pubblico più vasto.

E in questo caso l’argomento è particolarmente interessante, dal momento che mostra uno dei primi confronti tra l’allora nuovo Raspberry PI 4 ed il Jetson Nano di Nvidia.

7 – Top 7 media player per Raspberry PI

media player for Raspberry PI

L’enorme flessibilità del Raspberry PI gli consente di essere configurato come server applicativo a bassissimo prezzo, ed utilizzato come tale per estendere l’operatività e la flessibilità dei sistemi domestici.

In questo articolo mettiamo a confronto sette distinte configurazioni per rendere il PI un oggetto utiile per la fruizione di musica liquida, filmati digitali, collezioni fotografiche e così via.

8 – Come installare Ubuntu 20.04 LTS su Raspberry PI

Ubuntu 20.04 LTS on Raspberry PI

Non poteva mancare, ovviamente, un tutorial per l’installazione della distro Linux più amata.

Fabrizio ci spiega come esistano sia versioni 32-bit che 64-bit, sia desktop che server, e come procedere per avere una installazione efficiente e perfettamente funzionante sul PI.

9 – Configurare una VPN WireGuard in un minuto con Raspberry PI

VPN WireGuard on Raspberry PIAl nono posto nella nostra lista dei più letti, un articolo legato alla configurazione di VPN (virtual private network) su Raspberry PI.

Enrico ci spiega passo dopo passo come configurare il nostro PI per realizzare un sistema di gestione VPN virtualmente inattaccabile dall’esterno con il minimo delle risorse.

Conclusione

E siamo arrivati al termine della classifica.

Gli articoli inerenti  il Raspberry PI sono apparentemente più ricercati rispetto a quelli di Arduino, mentre le configurazioni di sistemi applicativi, su più OS, continuano ad essere richiestissime.

Se volete farci conoscere i vostri desiderata in merito ai nuovi articoli da pubblicare, scriveteci! Cercheremo in tutti i modi di assecondare le vostre richieste, per rendere il blog sempre più vicino alle vostre aspettative.

Buon anno!

Definire ciò che si è non risulta mai semplice o intuitivo, in specie quando nella vita si cerca costantemente di migliorarsi, di crescere tanto professionalmente quanto emotivamente. Lavoro per contribuire al mutamento dei settori cardine della computer science e per offrire sintesi ragionate e consulenza ad aziende e pubblicazioni ICT, ma anche perche’ ciò che riesco a portare a termine mi dà soddisfazione, piacere. Così come mi piace suonare (sax, tastiere, chitarra), cantare, scrivere (ho pubblicato 350 articoli scientfici e 3 libri sinora, ma non ho concluso ciò che ho da dire), leggere, Adoro la matematica, la logica, la filosofia, la scienza e la tecnologia, ed inseguo quel concetto di homo novus rinascimentale, cercando di completare quelle sezioni della mia vita che ancora appaiono poco ricche.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.